Attrazioni dell'isola di Rodi, Grecia

Attrazioni dell'isola di Rodi, Grecia

L'isola greca di Rodi è la quarta più grande. Grazie alla sua posizione, è riuscito a raccogliere un'eccellente raccolta di promemoria sull'attività umana. Ciò che è particolarmente piacevole, molti di loro sono in buone condizioni. Raggiungere l'isola attraverso il porto di Mandraki, all'ingresso del quale, secondo la leggenda, sorgeva il Colosso di Rodi, è un'ottima idea!

La città principale dell'isola di Rodi sembra ottimo dal mare. Nel porto, su un lungo molo, si trovano 3 mulini a vento. Secondo la leggenda, al tempo dei Cavalieri Ospitalieri erano 14.

L'uso principale dei mulini è la macinazione del grano proveniente dal porto. Hanno fornito i bisogni dell'isola in farina.

Forte San Nicola

Alla fine del molo con i mulini sorge il Forte San Nicola, costruito a metà del XV secolo. C'era un faro e una postazione avanzata per la difesa della città. Dietro il Forte si trova forse il luogo più famoso dell'isola di Rodi: il porto di Mandraki, dove un tempo sorgeva il Colosso di Rodi. Questo posto è considerato una delle 7 meraviglie del mondo. Il colosso, alto 36 metri, era una statua del Dio Sole Helios. Le gambe del Colosso si trovavano su diversi lati del porto e, per raggiungere il porto, la nave doveva passare sotto di esse.

La statua rimase in piedi per 50 anni e fu distrutta da un terremoto intorno al 226 a.C. e. I residenti locali non hanno rischiato di toccare il relitto, temendo l'ira degli dei per circa 800 anni. Tuttavia, alla fine furono venduti per rottami. Ora in questo luogo sono installate colonne con sculture di un cervo e una cerva, simboli moderni di Rodi.

La perla dell'isola di Rodi è la Città Vecchia, chiusa nel XIV-XV secolo da tutti i lati dalle mura della fortezza, e abitata nel XX secolo da mercanti di souvenir. La fortezza fu costruita dai Cavalieri Ospitalieri e nel XV secolo era considerata la cittadella cristiana più inespugnabile.

Cancelli

Dal lato del porto di Mandraki, puoi entrare in città attraverso la Porta della Libertà o St. Porta di Paolo. La seconda opzione è particolarmente popolare, perché appena fuori dal cancello puoi guardare la torre di Nailak, o meglio, ciò che ne resta. Scatta una bella foto tra le torrette sul mare e lascia il castello per passeggiare lungo l'argine e tornare indietro attraverso la bellissima e pretenziosa Porta del Mare.

Sul lato destro della Porta del Mare, a 200 metri, inizia Hippoton Street, dove un tempo vivevano i cavalieri. Sulle pareti delle case qui puoi trovare una varietà di stemmi, chimere e statue. Alla fine della strada si trova un imponente castello: era la residenza principale dell'Ordine degli Ospitalieri, il Palazzo dei Gran Maestri. Di fronte al castello, nella strada successiva , c'è una torre dell'orologio costruita nel XIX secolo sul sito di una torre più antica distrutta da un'esplosione accidentale. L'ingresso è a pagamento, ma merita una visita per la bellissima vista panoramica della città.

Piazza Ippocrate

Accanto alla torre dell'orologio c'è Socrates Street, una trafficata via dello shopping. All'altra estremità della strada c'è Piazza Ippocrate, che non ha nulla a che fare con Ippocrate, a differenza della vicina isola di Kos. In piazza Ippocrate c'è una biblioteca comunale Castellania. A prima vista può sembrare che l'edificio sia parzialmente distrutto o non completato, ma no, una scala senza balaustra è una soluzione architettonica locale tipica del XIV secolo. Sempre in Piazza Ippocrate si trova la Fontana Sindriani. Al centro dell'antica fondazione bizantina si erge una torretta turca sormontata da una figura in bronzo di una civetta.

Da Piazza Ippocrate lungo Via Aristotele puoi raggiungere una piazza ombreggiata, dove la gente del posto si offre di fare foto con un pappagallo colorato. Inoltre qui si trova l'edificio dell'Ammiragliato dei Cavalieri che, a giudicare da ricerche storiche, potrebbe rivelarsi la residenza di un vescovo greco-ortodosso. Più avanti lungo la strada si trovano le pittoresche rovine della chiesa di Saint Marie du Bourg del XIV secolo. Di fronte alla chiesa c'è un'uscita dalla Città Vecchia, che porta al porto dei traghetti, da dove puoi raggiungere la città turca di Marmaris in soli 40 minuti.

Rodi è un posto fantastico per gli appassionati di storia.

È difficile coprire tutte le delizie di questo posto meraviglioso in 1 giorno. Vale la pena rimanere qui per almeno qualche giorno.